Premio Poeti dalla Frontiera

In continuità con il tema portato avanti negli anni sulla parola creativa e di partnership, in questo nuovo progetto, dal titolo Poeti dalla frontieraALL, in collaborazione col Partnership Studies Group, si prefigge di creare un premio, auspicabilmente ripetibile nei prossimi anni, che valorizzi l’espressione poetica e la scrittura creativa, nell’intento di attraversare confini interdisciplinari, esplorare paesaggi mutevoli e complessi, tracciare percorsi in territori ‘differenti’, dal locale al globale, per realizzare un laboratorio sperimentale, multidisciplinare, poetico e artistico dove sviluppare una cultura di ‘cura’ e di partnership secondo i principi proposti dal Partnership Studies Group. Dato che la poesia si esprime in linguaggi e forme espressive differenti, come tessere multicolori di un unico mosaico, il premio è pensato anche per altre ‘arti’, come figure della presenza costante dell’umano, tracce incancellabili di un percorso dove essere e divenire s’incontrano, trame cangianti e magiche d’itinerari spirituali e artistici, come nelle vie dei canti degli aborigeni australiani, o altri ‘cantori dei confini’. La poesia, in particolare quella delle lingue minoritarie, è spesso un canto a più voci che narra storie di forza, coraggio e grande amore per le proprie radici, lingua, tradizioni e cultura. 

Parallelamente alla dimensione letteraria, la poesia svolge una serie di funzioni che spaziano dalla ‘rappresentazione’ identitaria, alle pratiche pedagogiche, ai rituali di propiziazione sciamanica per la comunità. Il premio intende promuovere nuove prese di consapevolezza su questi molteplici ruoli e significati della poesia nel mondo contemporaneo, valorizzando figure di poeti e artisti che operano attraverso i confini, tra pratiche, generi, culture, e che recuperano forme artistiche scomparse o minacciate, che compiono esperimenti portando la poesia in nuovi territori o riportandola ‘a casa’ da luoghi apparentemente lontani.

Il premio verrà conferito per l’attività di respiro internazionale di studiosi, artisti, poeti, che rappresenti in ambito culturale, letterario, poetico, linguistico, scientifico spinte interdisciplinari aperte e coraggiose. 

Il premio verrà attribuito ad insindacabile giudizio di parte di una Commissione internazionale appositamente istituita, presieduta dalla Prof.ssa Antonella Riem, Università di Udine, Italia. La Commissione è così composta: Professoressa Onoraria Sue Ballyn Università di Barcellona, Spagna; Prof. Franco Cardini, Professore Emerito di Storia medievale, Istituto di Scienze Umane e Sociali, Scuola Normale Superiore, Italia; Professoressa Emerita Coral Ann Howells, Università di Reading Regno Unito; Prof. Anselmo Paolone, Università di Udine, Italia.

Il premio potrà essere riproposto anche in anni successivi per poeti e artisti di rilievo internazionale.